AFRICA,  VIAGGI

DUBAI E ABU DHABI, METROPOLI NEL DESERTO

Gli Emirati Arabi hanno creato nel bel mezzo del deserto qualcosa di unico, Dubai e Abu Dhabi. Queste due metropoli sono sorte dal nulla diventando negli anni mete di lusso frequentate da turisti provenienti da tutto il mondo. A Dubai nulla è impossibile, come nuotare con gli squali nel centro commerciale più grande al mondo, oppure sciare su un montagna innevata nel bel mezzo del deserto, ammirare oro e brillanti nei mercati tradizionali detti Souk, rilassarsi su una lunga spiaggia di sabbia dorata e godervi la brezza durante una crociera sul Greek. Così da amanti delle metropoli e nostalgici di rivedere vecchi amici, abbiamo deciso di organizzare una piccola vacanza negli Emirati Arabi.

1° giorno

Dopo circa 7 ore di volo da Malpensa atterriamo in tarda serata all’aeroporto di Dubai, dove li ad attenderci c’è un nostro caro amico che ci porta direttamente al Media One Hotel vicino al Marina Bay, hotel molto grande e moderno, al cui interno erano presenti un sacco di locali. Hotel ideale per chi ama rilassarsi grazie alla presenza di una palestra e di una piscina, ma anche divertirsi.

2° giorno

Al mattino presto ci alziamo per prendere la metro in direzione Dubai vecchia. La parte vecchia è caratterizzata da due quartieri Bur Dubai e Deira che si affacciano sulle sponde opposte del Creek. La Dubai del lusso e dei grattacieli, lascia spazio al vero cuore storico di Dubai con costruzioni datate, vie colorate e molto animate. Decidiamo di fare una passeggia tra le vetrine luccicanti di oro e diamanti del souk dell’oro e le varie bancarelle profumate del souk delle spezie, per poi proseguire la nostra passeggiata lungo il porto dove tantissimi pescatori sono appena rientrati con i loro barconi tipici di colore azzurro e bianco dalla pesca del giorno. Dopo aver camminato tutta mattina, decidiamo di pranzare in un locale tipico nel bel mezzo del souk di Deira, Al Bai Al Qadeem, posto molto caratteristico dai primi piatti tipici locali e a buon mercato. Nel pomeriggio decidiamo di ritornare nella parte nuova di Dubai e di visitare il Burj Khalifa, edificio di ben 124 piani nonché il più alto del mondo, il Dubai Mall centro commerciale immenso pieno di negozi di lussuosi dove all’esterno è possibile assistere gratuitamente allo spettacolo musicale meraviglioso delle fontane. In serata ceniamo allo Zuma, locale giapponese molto bello, modaiolo, ma molto caro.

Burj Khalifa

3° giorno

In mattinata decidiamo di visitare i due hotel più lussuosi di Dubai, Il primo si trova sull’isola artificiale a forma di palma, the Palm Jumeirah, ed è l’Atlantis The Palm, famoso per il suo enorme parco acquatico, invece l’altro è il Burj Al Arab, lussuoso hotel a forma di vela che si può ammirare dalla Jumeirah Beach, ma anche dalla “Little Venice” di Dubai: Madinat Jumeirah. Madinat Jumeirah è un piccolo centro commerciale ricostruito sul modello di un villaggio beduino con negozietti di souvenir, artigianato locale e oggetti folkloristici. Ultima tappa obbligatoria è stata la Jumeirah Mosque, a mio parere una delle più belle di Dubai. In serata, alcuni nostri amici ci portano a cena in un locale pakistano e qui rimaniamo veramente colpiti da come a Dubai sia possibile spendere cifre esagerate come allo Zuma (150 € a testa), a cifre ridicole come da Ravi Restaurant, locale molto spartano, ma super economico (8€ a testa).

Burj Al Arab

4° giorno

Sveglia presto per visitare la scuderia dove lavorano i nostri amici, man mano che ci allontanavamo dalla città il paesaggio cominciava a cambiare aspetto, i grattacieli venivano sostituiti da dune di sabbia dorate infinite, la bellezza del deserto cominciava a farsi vedere in tutti i suoi aspetti. Abbiamo visitato l’interno del Meydan, l’ippodromo più grande al mondo, dove a marzo si svolge la Dubai World Cup con in palio un premio da 10 milioni di euro ed al cui interno ci sono ristoranti, un museo tematico e un hotel a 5 stelle. Nel pomeriggio decidiamo di andare ad Abu Dhabi che sicuramente ha molto meno da offrire rispetto alla vicina Dubai, ma tuttavia possiede due attrattive irrinunciabili: la moschea Sheikh Zayed e un bel mare. La bellissima moschea di Sheikh Zayed Grand Mosque è una delle più grandi al mondo, spettacolare l’esterno tutto in oro e in marmo bianco di Carrara, per non parlare dell’interno, con enormi lastre di marmo splendenti e rivestita da preziosi tappeti e lampadari di cristalli.

Dopo una giornata intensa decidiamo di tornare a Dubai e di trascorre l’ultima nostra serata al Dubai Marina, dove decidiamo di cenare allo Zafran, ottimo locale con cucina indiana e dopo una passeggiata sulla Marina Walk affollata sia di locali che turisti ci incamminiamo verso il nostro hotel.

Dubai Marina

 

Sheikh Zayed Grand Mosque

 5° giorno

Giungiamo purtroppo all’ultimo giorno di questa meravigliosa mini vacanza, così in mattinata dopo aver rifatto le valigie riprendiamo un taxi con direzione aeroporto.

Alcuni consigli di viaggio:

– Le cose più belle da vedere a Dubai sono Burj Khalifa, Deserto di Dubai, Burj Al Arab, Fontane di Dubai, Palm Jumeirah, Atlantis Dubai, SKI Dubai, le spiagge e i souk, invece a Abu Dhabi  moschea Sheikh Zayed, Heritage Village, Emirates Palace, Ferrari World, Central Market e La Corniche.

– Le temperature sono sempre molto elevate, quindi non dimenticate la protezione, un cappellino, gli occhiali da sole e un abbigliamento leggero, comodo e rispettoso della religione locale.

– Come muoversi: la metropolitana è sicuramente un mezzo economico, ma anche molto sicuro, come del resto i taxi.

– Dove comprare: Dubai Mall il paradiso per tutti gli amanti dello shopping di lusso e i vari mercati della Dubai Vecchia per chi ama la tradizione e non può rinunciare a souvenir come tessuti, spezie ecc.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *